Terapia Familiare

La psicoterapia familiare è un processo di relazione, conoscenza e cambiamento indicato quando la famiglia si trova ad affrontare la difficoltà di uno dei suoi componenti, generalmente un bambino o un figlio adolescente, o un evento traumatico. Può essere intrapresa sia in presenza di sintomi e problemi comportamentali specifici (es. aggressività, enuresi ecc.) sia per sciogliere difficoltà di comunicazione che riguardano l’intero nucleo familiare.

 In terapia familiare il significato dei sintomi e delle difficoltà viene compreso ricostruendo la storia familiare trigenerazionale, dai nonni ai nipoti. All’interno della storia della famiglia vengono individuati i significati emotivi degli eventi, le modalità di relazione, le posizioni ricoperte da ciascun componente e le loro reciproche interconnessioni (ruoli, funzioni, modalità comunicative, miti familiari, vincoli al comportamento ecc.), lavorando, nel presente, affinché tutti questi aspetti siano congruenti rispetto all’età delle persone e flessibili abbastanza da permettere il loro adattamento a situazioni nuove.

L’obiettivo generale di una terapia familiare, oltre alla risoluzione della difficoltà per cui si richiede l’intervento, è quello di aiutare le persone a crescere come individui separati e, contemporaneamente, a crescere come parte del gruppo familiare, senza che uno di questi due aspetti prevalga e sacrifichi l’altro.

La frequenza è generalmente quindicinale, variabile in base alle esigenze terapeutiche e delle persone.